Interrogazione a risposta immediata in Assemblea

Al Ministro dell’interno

Per sapere – premesso che:

 –       il 28 ottobre ricorre l’anniversario della triste marcia su Roma durante la quale, nel 1922, 25.000 camicie nere marciarono verso la Capitale, dando il via alla stagione più buia, violenta e dolorosa della storia italiana, ovvero la dittatura fascista, condannata dalla Storia e dalla Costituzione;

–          Forza Nuova, formazione di estrema destra, il 3 settembre scorso ha lanciato sulla pagina Facebook l’evento “28 ottobre in marcia“, nel quale figura un post ove si specifica: “Bandiere, striscioni, auto, pullman, benzina… Compatriota, la macchina organizzativa è in moto ed ha bisogno del tuo sostegno concreto. “Il 28 ottobre Roma ospiterà la grande marcia forzanovista contro un governo illegittimo, per dire definitivamente no allo ius soli e per fermare violenze e stupri da parte degli immigrati che hanno preso d’assalto la nostra Patria“;

–          nel post compare anche una richiesta di sostegno nella quale si invitano gli utenti a contribuire “…alla marcia con una donazione all’indirizzo PayPal inmarcia@forzanuova.info;

–          negli ambienti del partito, capitanato da Roberto Fiore, a quanto riporta la stampa, c’è riserbo su modalità e dettagli della “marcia dei patrioti”, anche se la circostanza che sia stata comunicata sui social network fa supporre che i dirigenti forzanovisti abbiano chiesto un’autorizzazione al Comune e alla Questura;

–           la forza rievocativa del 28 ottobre è un segnale non trascurabile negli ambienti dell’estrema destra e, malgrado la Legge condanni i tentativi di ricostituzione del Partito Fascista, vi è chi, nel nostro Paese, attribuisce connotazioni positive all’esperienza della dittatura fascista, rievocandone persino le date simboliche, modalità e parole d’ordine, facendone, altresì, propaganda;

–          a seguito della campagna contro lo “ius soli“, che ha comportato scontri sotto il Senato della Repubblica lo scorso 15 giugno, Forza Nuova continua ad alzare il tiro: si registrano, infatti, numerose iniziative sconcertanti, dal manifesto sui migranti stupratori, ispirato alla Rsi, alle ronde con pugili e ultras;

–          la Legge Scelba sanziona chiunque “promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche”-;

– quali iniziative urgenti intenda promuovere il Ministro in indirizzo affinché la marcia fascista, convocata per il prossimo 28 ottobre a Roma da Forza Nuova, non venga autorizzata, o qualora sia stata già concessa la relativa autorizzazione, la stessa venga immediatamente revocata.

 

BORDO

MARTELLI

R. AGOSTINI

BOSSA

CIMBRO

CAPODICASA

FERRARA

FOLINO

FONTANELLI

FORMISANO

FOSSATI

GALLI

KRONBICHLER

LACQUANITI

MATARRELLI

MELILLA

MOGNATO

MURER

NICCHI

PICCOLO

PIRAS

RAGOSTA

RICCIATTI

ROSTAN

SANNICANDRO

SCOTTO

STUMPO

ZACCAGNINI

ZAPPULLA

ZARATTI

ZOGGIA

Pin It on Pinterest